fbpx

Videocorso Completo in 8 Settimane

49

30 Giorni - Soddisfato o Rimborsato

Metodi di Pagamento

Course Curriculum

Settimana 1 – L’Attenzione
Uno dei principali motivi per cui proviamo sofferenza, ansia o disagio è la mancanza di attenzione e di consapevolezza. Quando non siamo presenti a noi stessi e allo specifico momento che stiamo vivendo, alle sensazioni che stiamo provando in quella singola esperienza di vita, entriamo in una condizione di “rischio”, di pericolo. Come ci insegna la Mindfulness, nel presente non c’è dolore. La sofferenza nasce quando siamo proiettati al passato (e il pensiero va a cosa abbiamo fatto o detto o a cosa ci è successo o ci hanno fatto, generando emozioni di rabbia, rancore, frustrazione) oppure, al contrario, al futuro, a ciò che ancora deve accadere attivando in noi uno stato di ansia e preoccupazione. Ogni emozione negativa, quindi, nasce dalla inconsapevolezza del momento presente. Non siamo attenti a ciò che stiamo vivendo nel preciso momento in cui lo stiamo vivendo, venendo meno la nostra possibilità/capacità di essere nel flusso della vita, di cogliere occasioni e opportunità. Tendiamo a vivere con il pilota automatico situazioni, relazioni, esperienze di vita, perdendoci la gioia del momento, la possibilità di provare sensazioni di piacere ed emozioni positive. Gli esercizi della settimana e la pratica meditativa ti aiuteranno ad allenarti a vivere nel “qui e ora”, mantenendo la tua attenzione consapevole e il tuo focus mentale ed emozionale, sperimentandone direttamente i grandi benefici.

  • Lezione
    32:24
  • Esercizio
    03:59
  • Meditazione
    29:07

Settimana 2 – Azione
Questo è il tema simbolo che sintetizza il senso del lavoro alchemico di crescita personale sui cui si basa il mio lavoro nella relazione di aiuto. Per trasformazione intendo la capacità di guardare il problema da un’altra prospettiva. Ognuno di noi può imparare a guardare in modo diverso quella situazione, quella persona, quella specifica esperienza che crea disagio, stress o sofferenza. Ricordate che esiste sempre un modo diverso di guardare le cose che ci succedono, anche le più negative. All’inizio potrà essere necessario un impegno consapevole, anche un focus mentale orientato, ma, grazie al giusto allenamento, questo diverso approccio nel rapportarci agli eventi può diventare un nuovo “stile di vita”, facilmente raggiungibile da chiunque. Nel momento in cui togliamo il pilota automatico dalle nostre azioni quotidiane, riusciamo a cambiare anche l’abitudine più radicata e consolidata. E far nostra l’abitudine di cercare sempre il lato positivo nelle esperienze che viviamo può davvero aiutarci a trasformare le nostre vite. Possiamo imparare a essere gli alchimisti della nostra stessa vita.

Settimana 3 – Energia
«Per quanto riguarda la materia, abbiamo sbagliato tutto. Ciò che abbiamo chiamato ‘materia’ è energia la cui vibrazione è così bassa da essere percepibile ai sensi. Non c’è materia» (Albert Einstein). Noi siamo fatti di energia, tutto ciò che ci circonda è fatto di energia. Ogni essere vivente e ogni cosa nell’Universo altro non sono che energia. E, come ci insegna da millenni la Medicina Tradizionale Cinese (MTC), all’origine di un qualsiasi problema vi è sempre uno squilibrio del sistema energetico. Laddove si determina una condizione di squilibrio energetico (conseguente a blocchi emotivi, conflitti e situazioni emozionalmente difficili), la nostra energia smette di fluire in modo armonico ed equilibrato, dando origine a situazioni di malessere, disagio, patologia. Oltretutto, il più delle volte, l’attivazione di una condizione di squilibrio energetico avviene a livello inconscio e non siamo in grado di ripristinare consapevolmente uno stato di equilibrio. Gli esercizi della settimana e la potente meditazione sul tema dell’energia saranno un valido aiuto per mantenere una condizione di equilibrio energetico nel nostro quotidiano.

Settimana 4 – Giudizio
Il giudizio, o meglio l’eccesso di giudizio che diventa intolleranza, è ciò che blocca le nostre vite. Dove c’è giudizio, verso noi stessi, verso gli altri e verso la nostra stessa vita, risultiamo bloccati, incapaci di accettare ciò che ci succede. Se viviamo nel costante giudizio, la vita è bloccata, non fluisce. Se siamo perennemente protesi a giudicare non siamo aperti ad accogliere ciò che arriva, perché il giudizio diventa facilmente pre-giudizio e decidiamo, già prima di vivere una relazione o una situazione specifica, cosa vogliamo inconsciamente vedere e finiamo per vedere e constatare proprio ciò che critichiamo. In quest’ottica, qualsiasi cosa detta o fatta da noi stessi o da altri verrà valutata in ragione del giudizio già creato dentro di noi. Quando giudichiamo gli altri in realtà stiamo giudicando noi stessi. Chi giudica, rischiando anche di diventare intollerante, è una persona insicura, con bassa autostima. Quando eccediamo nel giudizio stiamo manifestando la nostra insicurezza. Se sei sicuro di te stesso, una diversa posizione/opinione di un’altra persona non ti crea alcun problema o stress emotivo. Dobbiamo allenarci ad uscire da un’ottica di giudizio per imparare a vivere meglio la nostra vita e le nostre relazioni.

Settimana 5- Fiducia
Il lavoro sulla fiducia è molto importante e può davvero trasformare in meglio le nostre vite. È un tema ampio e complesso, che include aspetti differenti del nostro modo di vivere la relazione con noi stessi e con gli altri. La fiducia è una macro area, che si dirama in alcuni ambiti specifici di lavoro. In primo luogo è indispensabile lavorare sulla propria AUTOSTIMA per imparare ad avere fiducia. Chi crede in se stesso ha fiducia nella propria vita, ha fiducia in ciò che può succedere e nella propria capacità di risolvere e affrontare nel giusto modo anche gli eventi negativi e le piccole o grandi difficoltà. Lavorare sulla fiducia pertanto non può prescindere dal lavoro su se stessi, dalla risoluzione dei conflitti personali da cui “ho imparato” a non credere in me stesso. Per stare bene e vivere in fiducia è inoltre indispensabile allenarsi a vivere nel flusso, accettare e non contrastare gli eventi, facendo tesoro delle esperienze di vita (anche le più negative), nella consapevolezza e nella certezza che tutto è sempre migliorabile. Si tratta di allenarsi ad avere sempre fiducia nelle proprie possibilità di evoluzione e di crescita, a prescindere da ciò che accade intorno a noi

Settimana 6 – Gratitudine
In questa settimana puoi apprendere e iniziare a sperimentare su di te il magico potere della gratitudine. Impara a dire GRAZIE, fai vibrare ogni cellula del tuo corpo sulle frequenze della gratitudine e, ti assicuro, l’Universo ti donerà sempre più motivi per essere grato. Provare il più possibile gratitudine: questo è l’obiettivo di questo training. La gratitudine è uno degli strumenti più potenti che abbiamo a disposizione. Provare gratitudine, come ci insegna la “legge di attrazione” (che io amo, in modo più scientifico, definire legge di risonanza), ci aiuta ad attrarre situazioni esperienze e persone per cui essere grati, in un circolo virtuoso esponenziale. Gli esercizi della settimana e la potente pratica meditativa sul tema della gratitudine saranno un allenamento particolarmente efficace per mantenere il nostro livello vibrazionale sulle frequenze della gratitudine. Imparerete ad usare il vostro “quaderno della gratitudine” dove svolgere gli esercizi che sono parte integrante del lavoro di crescita personale.

Settimana 7 – Emozione
Diversi studi del mondo accademico hanno posto in scala la gamma di emozioni/sentimenti che l’uomo può provare, rapportandoli alla scala di frequenze vibrazionali. In particolare, lo psichiatra David R. Hawkins definì una scala di frequenze tra i 20 e i 700 Hz e oltre per la gamma di emozioni umane. In pratica, ogni volta che viviamo a livello conscio o inconscio una specifica emozione o proviamo un sentimento, vibriamo a una determinata frequenza. Partendo dalle frequenze più basse avremo la vergogna (20 Hz), il senso di colpa (30 Hz), l’apatia (50 Hz), la perdita o lutto (75 Hz), la paura (100Hz), la rabbia (150 Hz), l’orgoglio (175 Hz), per passare alla neutralità (250 Hz) e via via i sentimenti positivi: forza di volontà (310 Hz), accettazione (350 Hz), amore (500 Hz), pace (600 Hz) e illuminazione (700 Hz e oltre). Diversi test di laboratorio hanno dimostrato la corrispondenza tra queste emozioni e le relative frequenze. Inoltre, è stato dimostrato che più si sale di frequenze più si stimolano processi di autoguarigione e si attivano reazioni biochimiche connesse a stati di benessere. Non solo, studi scientifici hanno dimostrato che campi vibrazionali alti, sopra i 500 Hz, sono in grado di condizionare positivamente i campi di frequenze delle persone circostanti. E, più si sale di frequenza, più aumenta il numero di persone che si riesce a influenzare. Ma questo condizionamento positivo agisce solo su persone che vibrano a una frequenza superiore ai 200 Hz. Questo vuol dire che qualsiasi intervento energetico, olistico e terapeutico che agisce sulle frequenze, provoca uno stato di benessere solo se la persona non vive emozioni basse, come paura, vergogna, rabbia e orgoglio. Se si è in questi stati emozionali, tutti i trattamenti ricevuti porteranno a benefici solo temporanei. In questi casi è indispensabile lavorare sulle emozioni. E, in particolare, è fondamentale pacificare quei blocchi che soprattutto a livello inconscio impediscono ai nostri sentimenti e alle nostre emozioni di vibrare su frequenze alte (tratto dal libro “Processo Alchemico Integrato”, Daniele Bova 2020) Gli esercizi della settimana e la potente meditazione sul tema delle emozioni saranno un valido strumento per poterti allenare a trasformare in positive le emozioni negative che quotidianamente ti ritrovi a provare.

Settimana 8 – Amore
Amore è il tema cardine della crescita personale. In questa settimana lavoriamo giorno dopo giorno allenandoci a vibrare sulle frequenze dell’amore. In questa vita dobbiamo imparare ad aprirci all’amore… ma amore significa prima di tutto amare se stessi. È importante lavorare su di noi e partire da questa consapevolezza profonda: solo chi si ama può veramente amare anche gli altri. Nella nostra vita tutti abbiamo il diritto ma anche il dovere di vivere di amore, di amarci. Amare però nel suo significato più alto vuol dire entrare in connessione con ciò che io definisco “amore incondizionato”, amore che prescinde da ciò che succede intorno a noi. Entrare in quello stato di connessione con il tutto, con l’UNO di cui tutto l’Universo è permeato. Vibrare sulle frequenze dell’amore incondizionato in altre parole significa entrare in un percorso di ricerca della felicità. La vera felicità che non dipende da fattori esterni. Dobbiamo allenarci ad amare la nostra vita e noi stessi, allontanandoci il più possibile da quelle emozioni di paura che ci tengono inevitabilmente lontani dall’amore. Ed è proprio la paura l’emozione opposta all’amore, paura di soffrire, paura di perdere, paura della solitudine, paura di farsi male, paura di sbagliare.

49

30 Giorni - Soddisfato o Rimborsato

Metodi di Pagamento

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
AIUTO?
1

Istruzioni per L'Uso

8 temi per 8 settimane. Una video lezione teorica per ogni settimana; una sezione dedicata agli esercizi e alle pratiche quotidiane da portare avanti durante la settimana. Una potente meditazione trasformativa per ogni tema trattato nelle 8 settimane.

Ti consiglio di seguire l’ordine delle lezioni così come è impostato nel videocorso per ottenere il massimo dei benefici trasformativi.

Ogni settimana ti consiglio di dedicarti al tema specifico. Ascolta prima la videolezione dedicata al tema settimanale e pratica la meditazione guidata ogni volta che vuoi e puoi. Ogni giorno della settimana dovrai praticare gli esercizi che illustro nella apposita sezione e seguire i consigli e i suggerimenti descritti.

Non saltare da una lezione all’altra, ma segui tutte le indicazioni presentate nelle varie settimane e nell’ordine impostato.

Per raggiungere il massimo dei risultati ti consiglio, mentre vai avanti con il percorso, di non tralasciare cosa hai già appreso nelle settimane precedenti a quella in cui ti trovi, magari continuando a praticare gli esercizi relativi ai temi già trattati. Ti assicuro che comunque, se avrai seguito tutte le mie indicazioni con costanza, la pratica diventerà un veloce, leggero e anche divertente automatismo, cambiando in meglio le tue giornate e la tua vita nel suo complesso.

Ti servono maggiori informazioni?

Sarò
Felice di aiutarti




I tuoi dati saranno trattati in conformità con la legge sulla Privacy UE 2016/679.

Politica sulla privacy

Il Viaggio della Farfalla è un’esperienza tutta da vivere, tre giorni di vera evoluzione personale. E’ un viaggio nel proprio spazio interiore, un percorso intenso, evolutivo, di crescita e di benessere. Diversi operatori vi guideranno con leggerezza, esperienza e amore in questo viaggio. Niente è lasciato al caso, dalla cucina ai momenti di relax, dagli esercizi di rilassamento alle pratiche di riequilibrio energetico. Immersi nella natura, nell’armonia, nella pace, potrete riscoprire la vostra essenza più profonda. Potrete apprendere e praticare tante tecniche olistiche davvero efficaci per il proprio benessere psicofisico e ritrovare uno stato di quiete, relax e gioia di vivere.

Manca poco al seminario

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Corso base e avanzato di Tapping alchemico, EFT e tecniche alchemiche.